ACCORDO AVM/Actv-MOM: VENEZIA E TREVISO PIÚ VICINE

16 Febbraio 2018

 

 

Venezia, 16 Febbraio 2018 - È stato presentato ieri, nella sede municipale di Treviso, ai rappresentanti delle amministrazioni comunali interessate, l’accordo inter-aziendale che - con operatività dal 1 Marzo 2018 - renderà più funzionale per la Clientela il trasporto pubblico locale su gomma nella relazione Treviso-Venezia/Mestre. L’intesa, auspicata da alcuni anni, darà una più efficiente risposta ai bisogni di mobilità in un’area fortemente urbanizzata, rappresentando un collegamento strategico per un territorio contraddistinto da numerosi servizi alla persona e per il turismo, in un contesto storicamente interconnesso attraverso l’arteria della Strada Terraglio e lungo una tratta dove si registrano quotidianamente oltre 3.300 passeggeri.

COSA CAMBIA - Dal 1 Marzo 2018 esisterà un collegamento unico e diretto tra Treviso e Venezia/Mestre. Attualmente, infatti, il servizio urbano MOM ha capolinea a Preganziol, così come il servizio extraurbano AVM/Actv. Con il nuovo accordo tra aziende del TPL, non sarà più necessario per la Clientela il cambio di mezzo. Il servizio di collegamento extraurbano Treviso-Venezia/Mestre sarà infatti garantito dalla Linea 8E, realizzata in collaborazione tra AVM/Actv e MOM con mezzi di entrambe le Società, e avrà come capolinea principale il terminal di Mestre Centro (Piazzale Cialdini) con alcune corse del mattino che proseguiranno sino a Venezia e la possibilità di raggiungere comunque sempre P.le Roma con interscambio con la linea tranviaria T1 o automobilistica 4L. A Treviso invece la 8E si fermerà all’autostazione di Lungo Sile Mattei.

Per quanto riguarda biglietti e abbonamenti, i limiti delle zone a tariffazione urbana resteranno invariati: quindi chi utilizza la Linea 8E da Treviso a Preganziol utilizzerà un titolo di viaggio (biglietto di corsa semplice o abbonamento) urbano MOM, chi viaggia all’interno del comune di Venezia, acquisterà un titolo di viaggio AVM/Actv urbano. I Clienti che si spostano nelle tratte extraurbane acquisteranno i corrispondenti biglietti o abbonamenti AVM/Actv. Tutti i mezzi saranno dotati di doppia apparecchiatura per la validazione del titolo di viaggio, contrassegnata rispettivamente MOM e Actv-Venezia Unica, da utilizzare in base alla tipologia di titolo acquistato. La riorganizzazione comporterà anche una revisione del servizio urbano MOM effettuato dalla Linea 21, che non arriverà più a Preganziol, ma avrà come capolinea San Lazzaro - Cimitero.

I VANTAGGI - Per la Clientela che si sposta tra Treviso e Venezia/Mestre, il vantaggio evidente è di non dover più effettuare il cambio di mezzo a Preganziol. Inoltre, vi è un ampliamento importante del servizio nell’area urbana di Treviso: attualmente infatti l’ultimo collegamento MOM della linea 21 - tra Treviso Centro e Preganziol - è alle 20,39 (19:39 nel festivo); mentre dal primo marzo le corse della linea 8E garantiranno il collegamento per altre due ore serali, oltre le ore 22,00 anche nei giorni festivi - in direzione Venezia/Mestre. Il rientro da Venezia/Mestre verso Treviso è invece garantito oltre le ore 23,00. Il servizio su gomma sarà così un’interessante e utile alternativa tanto al mezzo privato quanto al treno con le corse della linea 8E che garantiranno sempre una frequenza suburbana ogni trenta minuti, a tariffe convenienti ed economiche. Inoltre, il bus avrà fermate strategiche alla stazione ferroviaria di Treviso (piazzale Duca d’Aosta ai piedi del cavalcavia), servirà diversi istituti scolastici, oltre al nuovo Ospedale dell’Angelo di Mestre. Infine, il nuovo collegamento avrà una importanza primaria anche per i servizi alla Clientela turistica in un’area - la Treviso-Sud - che storicamente registra le maggiori presenze turistiche nella Marca.

“Un accordo che arriva anche grazie alla collaborazione tra le amministrazioni di Treviso, Preganziol e Casier – dichiarano i sindaci dei tre comuni – e che punta al miglioramento dei servizi ai cittadini all’interno di un’area vasta come quella metropolitana. Superando la logica dei campanili con questo accordo riusciamo a garantire un servizio più efficiente a parità di costi. Un risultato a cui siamo arrivati dopo anni di lavoro grazie alla collaborazione tra tutti i soggetti interessati, i Comuni e le aziende di trasporto”.

Giacomo Colladon, presidente Mobilità di Marca Spa: "Dopo l'accordo di intermodalità con Trenitalia, presentato a Gennaio, MOM dimostra con questa nuova intesa strategica di operare con lungimiranza nell'area vasta del Veneto centrale, avendo come obiettivo primario quello di rispondere al meglio ai bisogni di mobilità della cittadinanza. Per raggiungere questo obiettivo, risulta fondamentale la capacità di relazionarsi e stringere alleanze con altre realtà aziendali".

 “La collaborazione tra operatori è la migliore risposta che, come Aziende pubbliche, possiamo dare al quadro normativo in continua evoluzione del trasporto pubblico locale - ha dichiarato il Presidente del Gruppo AVM avv. Paolo Pettinelli -. La conduzione del servizio in pooling è una delle soluzioni innovative che sono state introdotte e che consente nel caso specifico di superare i confini dei bacini di gestione e adeguare maggiormente il disegno del TPL alle reali esigenze di mobilità delle persone”.

Con questa iniziativa condotta in collaborazione tra le Aziende del trasporto pubblico locale trevigiana e veneziana - ha dichiarato il Direttore Generale del Gruppo AVM ing. Giovanni Seno - diamo un servizio migliore alla clientela mantenendo sostanzialmente inalterata la struttura dei costi e senza toccare le tariffe. Gestione oculata delle risorse, ascolto del territorio e ottimizzazione dell’esercizio sono i tre pilastri su cui si basa il buon esito dell’azione intrapresa, per il quale ringrazio tutti i miei collaboratori che si sono adoperati in tale senso. L’operazione con MOM si inserisce nel quadro più ampio di quanto richiesto dall’Amministrazione Brugnaro, fortemente orientata verso l’integrazione dei servizi di mobilità in ambito comunale e metropolitano allargato”.

Giampaolo Rossi, direttore generale MOM: "Il servizio gestito in partnership da AVM e MOM si pone come una alternativa davvero concorrenziale rispetto sia al mezzo privato che al treno, riuscendo a garantire una frequenza elevata durante tutta la giornata: un bus ogni mezz'ora, dall'alba a mezzanotte, festivi compresi. La nuova linea Treviso-Venezia rappresenta quindi un balzo in avanti per il servizio suburbano: per chi vive, studia o lavora, lungo l'asse del Terraglio ma anche per i tanti turisti che dalla Laguna arrivano nella Marca. L’obiettivo è non solo di creare una alternativa all’uso del veicolo privato, ma di promuovere lo sviluppo di una mobilità sostenibile contribuendo al contenimento delle emissioni inquinanti su una tratta così importante che unisce la Marca con il Veneziano".

 

Scarica la tabella orario in formato PDF --> Clicca QUI

Scarica il pieghevole in formato PDF --> Clicca QUI

 

img-responsive

 

img-responsive