AVVIO FASE 2 - RISTORI CAUSA EMERGENZA COVID-19

20 Settembre 2020

AVM/Actv informa: ristori causa emergenza COVID-19 - al via la seconda fase per i lavoratori pendolari e gli studenti che non abbiano ancora richiesto il voucher

Si chiude oggi, domenica 20 settembre 2020, la prima fase dedicata agli studenti che abbiano proceduto all’acquisto di un abbonamento annuale 2020/2021 con o senza l’utilizzo del bonus messo a disposizione dalla Città metropolitana di Venezia per gli studenti iscritti per l’anno scolastico 2020/2021 al quinto anno delle scuole secondare superiori e residenti in uno dei 44 comuni del veneziano. Al via martedì 22 settembre 2020 la seconda fase, dedicata a pendolari lavoratori e studenti che non abbiano ancora richiesto il voucher. 11.500 (di cui 2.000 con bonus Città metropolitana) i voucher emessi in un mese per un valore di oltre 800 mila euro a cui si aggiunge il contributo della Città metropolitana fino a un massimo di € 175,00 per abbonato.

 

Si chiude oggi, domenica 20 settembre 2020, la prima fase relativa alla procedura per richiedere il ristoro dell’abbonamento AVM/Actv a seguito del lockdown deciso dalle Autorità per contrastare l’emergenza epidemiologica COVID-19 e prende avvio martedì 22 settembre 2020 la seconda fase dedicata a tutti gli altri clienti aventi diritto. Il web form attualmente pubblicato on line sarà dunque chiuso, mentre sarà ancora possibile procedere all’acquisto di abbonamenti annuali studenti 2020/2021.

Come sancito dall’articolo 215 del decreto legge 19 maggio 2020 n. 34, convertito in Legge 17 luglio 2020 n. 77, hanno diritto al ristoro i pendolari di trasporto ferroviario e TPL (trasporto pubblico locale), ovvero quanti utilizzino quotidianamente i servizi di trasporto pubblico per motivazioni di studio o lavoro che fossero in possesso di abbonamento mensile o annuale in corso di validità durante l’arco temporale di interesse (marzo, aprile e maggio per gli studenti e marzo e aprile per i lavoratori), acquistato antecedentemente alla data di domenica 08 marzo 2020 (compresa) e risultino in regola con i pagamenti.

La prima fase si chiude con 11.500 voucher emessi in un mese per un valore complessivo di ristoro - verificato e riconosciuto - di 800 mila euro, a cui si somma il contributo messo a disposizione dalla Città metropolitana di Venezia riservato agli studenti iscritti per l’anno scolastico 2020/2021 al quinto anno delle scuole secondare superiori e residenti in uno dei 44 comuni del veneziano (fino a un massimo di euro 175,00 pro-capite): oltre 1.000 gli studenti dell’area metropolitana che hanno potuto ottenere gratuitamente in questo modo un abbonamento annuale studente 2020/2021.

A partire da martedì 22 settembre 2020 saranno poi raccolte e processate tutte le altre pratiche (abbonamenti ordinari annuali e mensili, abbonamenti studenti mensili) con l’emissione direttamente on line dei voucher per tutti gli aventi diritto.

Per ottenere il voucher, da utilizzare entro un anno dall’emissione, la clientela interessata dovrà obbligatoriamente compilare i campi presenti nel modulo on line che sarà pubblicato martedì mattina sul sito www.avmspa.it e www.actv.it // sezione contatti e servizi on line.

L’emissione del voucher sarà immediata e direttamente on line per tutti gli aventi diritto, che corrispondano ai criteri di accoglibilità definiti dalla normativa nazionale e che siano in regola con i pagamenti. L’azienda verificherà successivamente la documentazione pervenuta e la veridicità delle dichiarazioni rilasciate.

Al termine della procedura verrà rilasciato un voucher, strettamente personale e non cedibile a terzi anche se componenti dello stesso nucleo familiare, contenente un codice da utilizzare in un’unica soluzione presso i punti vendita diretti Venezia Unica per commutarlo in abbonamenti o titoli di viaggio AVM/Actv.

In caso invece si opti per l’acquisto tramite AVM Venezia Official App, un credito equivalente al valore del voucher verrà caricato direttamente all’interno dell’applicazione - previa creazione dell’account e associazione della tessera Venezia Unica - per l’acquisto di titoli di viaggio (abbonamenti o biglietti) che, in questo caso, saranno presenti esclusivamente sullo smartphone.

 

N.B.: compilando il form, il cliente dichiara, sotto la propria responsabilità, consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 in caso di rilascio di dichiarazioni mendaci, di formazione o utilizzo di atti falsi, comportanti, ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 445/2000, anche la decadenza dai benefici conseguiti, quanto necessario alla richiesta di emissione del voucher. L’azienda si riserva ad ogni modo di eseguire ogni controllo necessario e procedere con eventuali azioni conseguenti.