Servizio di navigazione: orari invernali 2022/2023

19 Ottobre 2022

AVM/Actv informa che da inizio servizi di mercoledì 2 novembre 2022 entreranno in vigore i nuovi orari invernali per la stagione 2022/2023.

 

Il nuovo orario sarà sostanzialmente uguale a quello del periodo invernale 2019 pre COVID-19.

 

In particolare viene confermata la linea 2 con frequenza di una corsa ogni 12 minuti tra San Marco-San Zaccaria e P.le Roma-Ferrovia-Rialto-San Marco Giardinetti via Canale della Giudecca e Canal Grande (e viceversa), con una frequenza che si riduce leggermente a una corsa ogni 20 minuti alle prime ore di inizio servizi e in fascia serale - SCARICA LA TABELLA ORARIA COMPLETA.

 

In Canal Grande vengono confermati gli orari di linea 1 e 2/, così come vengono confermati le frequenze delle linee “circolari” 4.1/4.2, 5.1/5.2 e 6 P.le Roma-Lido SME (che assume orario feriale - SCARICA LA TABELLA ORARIA COMPLETA).

 

La linea 3 P.le Roma-Ferrovia-Murano viene portata a una frequenza di una corsa ogni 30 minuti, con tragitto coperto dalle corse delle linee 4.1/4.2 (servizio invariato) e parzialmente dalle corse delle linee 5.1/5.2 (servizio invariato) con interscambio a F.te Nove anche con la linea 12 (servizio invariato) e la linea 13 (servizio invariato) - SCARICA LA TABELLA ORARIA COMPLETA.

 

A Murano vengono avviati i lavori di rifacimento dell’impianto Faro, con spostamento delle linee in transito nei vicini approdi provvisori A1 (3 e 4.1/4.2) e B1 (12 e 13) vedi mappa degli approdi di Murano Faro.

 

Confermata la linea 10 con estensione di orario anche al sabato feriale - SCARICA LA TABELLA ORARIA COMPLETA

Linea 16 - SCARICA TABELLA COMPLETA

 

Colegamento di nave traghetto (ferry) di linea 17 Tronchetto-Lido - la corsa delle 00:20 sarà esclusivamente su prenotazione PRENOTA QUI, mentre per la linea 11 la fermata Caroman diventa, dal 2 novembre su richiesta.

 

Confermato l’attuale orario di tutte le altre linee non espressamente citate nella presente comunicazione, ad esclusione delle corse aggiuntive di collegamento San Marco-San Zaccaria-Murano che vengono sospese come di consueto (linea 7).

 

Per aggiornamenti si prega di seguire sui canali social aziendali @muoversivenezia.

 

La Centrale Operativa Navigazione integrerà eventualmente il servizio con le risorse a disposizione in base alle effettive esigenze di domanda avendo particolare attenzione alle necessità di spostamento della cittadinanza.

 

Dichiarazione Assessore Michele Zuin: “Il sostanziale ritorno ai servizi di navigazione dell’inverno 2019, a quasi tre anni dall’inizio della pandemia, conferma la bontà delle difficili decisioni assunte con responsabilità nel passato recente da Giunta e management del Gruppo AVM. La gestione oculata delle risorse a disposizione, la costante ricerca di economie interne al Gruppo, le sinergie attivate con l’Amministrazione Comunale di Venezia e le sue aziende partecipate, il progressivo ritorno dei turisti e la buona risposta alla manovra tariffaria sui titoli senza tessera Venezia Unica, ci permettono oggi di poter programmare con maggiore chiarezza il futuro, pur mantenendo alta l’attenzione per il contesto sociale ed economico che si prefigura per il 2023 e per una domanda di mobilità certamente diversa rispetto a quella che potevamo conoscere fino al 2019”.

 

Dichiarazione Direttore Generale Giovanni Seno: “Con grande soddisfazione salutiamo il quasi integrale ripristino dei servizi pre-pandemici e affrontiamo con fiducia un orizzonte che progressivamente si rasserena. Resta ovviamente alta l’attenzione per l’incremento dei costi energetici e dei materiali nonché in generale per un contesto politico internazionale instabile che genera ancora incertezza sui flussi di domanda, comunque non ancora tornati ai livelli del triennio 2017-2019. Il mio ringraziamento va alla Direzione Mobilità Lagunare per il costante lavoro di revisione dell’organizzazione che ha permesso all’azienda di proporre un orario invernale secondo gli standard a cui la cittadinanza era abituata in passato. Il tutto senza perdere di vista la necessaria sostenibilità economica che dovrà accompagnare il nuovo affidamento in house”.